Dichiarazione del fornitore di lungo termine di origine preferenziale

Che cos’è e a cosa serve. In questo periodo molte imprese esportatrici stanno chiedendo ai propri fornitori il rilascio della Dichiarazione di lungo termine o Long Term Declaration sull’origine preferenziale, valida per il prossimo anno: si precisa che non è obbligatorio rilasciare tale dichiarazione, ma si consiglia vivamente di farlo per permettere alle imprese esportatrici di essere più competitive sui mercati esteri. Dette imprese, infatti, se esportano verso alcuni Paesi (quelli normalmente indicati con sigle alfabetiche sulla dichiarazione stessa), possono essere più competitive se riescono a dichiarare l’origine preferenziale dei propri prodotti, e per questo hanno bisogno della collaborazione dei fornitori. Esempio: nel caso di esportazione di lavastoviglie (codice doganale SA 844211) in Egitto l’importatore pagherà dazio 0 se l’esportatore può dichiarare l’origine preferenziale dei prodotti esportati, dazio 40% se l’esportatore non rilascia tale dichiarazione. Accontentare i propri clienti rilasciando tali dichiarazioni permette loro di essere competitivi e restare sul mercato, ma per poter rilasciare la dichiarazione occorre verificare se ci sono i requisiti.

Quando si rilascia. Per poterla rilasciare è necessario verificare se i prodotti forniti dalle imprese esportatrici rispettano le regole previste negli accordi conclusi tra l’Unione Europea e i Paesi per i quali si rilascia. In ogni accordo ci può essere una regola diversa per categorie di prodotti, pertanto l’approfondimento è necessario. Se non si hanno i requisiti per potere rilasciare la dichiarazione di origine preferenziale è opportuno informarne il richiedente; è assolutamente sconsigliabile rilasciare dichiarazioni sull’origine dei prodotti se non si sono

Come si rilascia: Si precisa che si può rilasciare una dichiarazione per ciascuna spedizione di merci, redatta su fattura o documento di trasporto o altro documento commerciale, ma molto spesso si rilascia per un periodo determinato, quando un fornitore effettua spedizioni regolari di merci ad un esportatore e si prevede che si mantengano le stesse condizioni di origine nel tempo. Con l’entrata in vigore del Codice Doganale dell’Unione Europea, in particolare del Reg. 2447/2015 (artt 60 e seguenti), sono ammesse dichiarazioni con validità fino a 2 anni a decorrere dalla data di compilazione. Inoltre, la dichiarazione di lungo termine del fornitore può essere redatta con effetto retroattivo per merci consegnate prima della compilazione. In questo caso la validità può essere al massimo di un anno dalla data della compilazione

Alcuni esempi di Paesi:

Albania
Algeria
Andorra
Bosnia Erzegovina
Camerun
Ceuta
Cile
Colombia
Corea del Sud
Egitto
Georgia
Giordania
Islanda
Isole Faeroer
Israele
Libano

Ecc…

Lascia un commento