L’analisi della concorrenza è un esame di tipo quali-quantitativo del contesto di mercato in cui l’azienda opera e dei competitor con cui si confronta, finalizzata ad evidenziare punti di forza e debolezza dell’azienda, minacce ed opportunità del mercato (SWOT Analisys).

L’intervento si articola in tre fasi:

1.     Analisi qualitativa del mercato e dei competitors, attraverso un confronto puntuale del segmento di mercato servito, del modello distributivo individuato, del posizionamento geografico scelto, dell’organizzazione aziendale e del modello manageriale attivato.

2.     Analisi quantitativa del mercato e dei competitors tramite l’utilizzo di primarie banche dati. Il confronto con il settore e le aziende concorrenti in termini di struttura/equilibrio patrimoniale, di struttura finanziaria, di capacità di generare redditività e di efficienza consente di mettere in luce i punti di forza e di debolezza dell’azienda e le direzioni del miglioramento possibile.

3.     Swot Analysis, per supportare in modo oggettivo le valutazioni strategiche.

A cosa serve

L’analisi della concorrenza consente all’imprenditore di:

  • Conoscere il proprio mercato in termini oggettivi;
  • Capire e progettare il proprio vantaggio competitivo, individuando le direttive da percorrere per mantenere/migliorare i propri plus;
  • Individuare indicatori che consentano di fare benchmark strategico con i leaders migliorando la propria competitività;
  • Definire le leve gestionali funzionali al miglioramento e le misure necessarie a prevenire/ridurre le minacce del mercato nonché sfruttarne le opportunità.